Robert Downey Jr.
04/04/1965
Robert John Downey Jr.  è un attore e produttore cinematografico statunitense.

Debutta sul grande schermo, insieme a suo padre Robert Downey Sr., già all'età di cinque anni. Nel 1993 viene candidato per la prima volta all'Oscar al miglior attore e vince un Premio BAFTA per l'interpretazione di Charlie Chaplin nel film Charlot. Nel 2000 si è unito al cast della serie TV Ally McBeal, grazie alla quale ha ricevuto un Golden Globe per il miglior attore non protagonista in una serie e lo Screen Actors Guild Award per il miglior attore in una serie commedia. Il suo personaggio è stato eliminato dalla serie quando l'attore è stato licenziato a causa di due arresti per droga avvenuti tra la fine del 2000 e l'inizio del 2001.

A partire dal 2008, Downey si è imposto all'attenzione internazionale grazie al ruolo del supereroe Iron Man, apparendo nei film del Marvel Cinematic Universe sia nel ruolo principale, che come membro di un cast corale o in un cameo. Nel 2009 ha recitato nel film di Guy Ritchie, Sherlock Holmes, vincendo il Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale, e nel 2011, nel sequel Sherlock Holmes - Gioco di ombre.

Ha inoltre recitato in The Avengers, Avengers: Age of Ultron, Iron Man 3, Captain America: Civil War, Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame, che fanno parte dei film con i maggiori incassi di sempre e hanno guadagnato ciascuno oltre 1,1 miliardi di dollari. Inoltre, Downey, per tre anni consecutivi, dal 2012 al 2015, è stato in cima alla lista di Forbes tra gli attori più pagati al mondo, con una stima di circa 80 milioni di dollari tra giugno 2014 e giugno 2015
Suo padre è il regista Robert Downey Sr., che è ebreo e di origini irlandesi. Il suo vero cognome era Elias, ma decise di prendere il cognome del patrigno, Downey. La madre, Elsie Ann Ford, con ascendenze scozzesi, tedesche e svizzere, ha recitato in alcuni film del marito Downey Sr. Downey Jr. e sua sorella, Allyson, sono cresciuti nel quartiere di New York di Greenwich Village.
Fin da bambino i rapporti con suo padre erano difficili, in quanto, già all'età di sei anni lo spinse a fumare marijuana. Per il padre, secondo Downey, fumare insieme a lui era l'unico modo per dimostrargli il proprio affetto, ma ciò lo ha portato, anche da adulto, ad avere problemi con l'alcol e la droga.

Durante l'infanzia ha recitato in diversi film diretti dal padre. Fece il suo debutto all'età di cinque anni nel film, Pound, interpretando un cucciolo,[9] e successivamente, a sette anni, è nel cast di Greaser's Palace.All'età di 10 anni, mentre abitava a Londra, ha frequentato la Perry House School a Chelsea e ha studiato danza classica. Dopo il divorzio dei genitori, avvenuto quando lui aveva 13 anni, si è trasferito con il padre in California, dove ha frequentato la Santa Monica High School. A 17 anni, nel 1982, è tornato a New York per studiare performance art alla Stagedoor Manor.

Downey e Kiefer Sutherland, che hanno recitato insieme per 1969 - I giorni della rabbia, per tre anni sono stati coinquilini, quando si trasferì nuovamente a Hollywood per intraprendere la carriera di attore.
Fece il suo debutto al Joyce Theater nel 1983, nella produzione di American Passion di Norman Lear. Nel 1985 è entrato nel cast di Saturday Night Live, ma, dopo un anno di critiche, Downey, e la maggiore parte del cast, vengono rimpiazzati.Rolling Stone nomina l'attore come il peggiore membro del cast del SNL.

Nello stesso anno fa parte del cast di Ultima occasione, per poi interpretare la parte di un bullo nel film comico La donna esplosiva, diretto da John Hughes. Il suo primo ruolo da protagonista è stato con Molly Ringwald in Ehi... ci stai? nel 1987. Grazie a questi ed altri film legati alla cultura degli adolescenti degli anni '80, venne inserito nel gruppo Brat Pack.

Nel 1987 interpreta il ruolo di Julian Wells, un ricco ragazzo tossicodipendente che perde velocemente controllo sulla sua vita nel film, Al di là di tutti i limiti, tratto da Meno di zero, primo romanzo di Bret Easton Ellis. La sua elogiata performance gli apre le porte per film come Uno strano caso, diretto da Emile Ardolino, Air America, con l'amico e collega Mel Gibson] e Bolle di sapone nel 1991.

Nel 1992 interpreta Charlie Chaplin in Charlot, ruolo per il quale si prepara con gran cura. Impara infatti a suonare il violino e giocare a tennis con la mano sinistra. Con un insegnante personale impara ad imitare la postura e le movenze di Chaplin. Per il ruolo, Downey viene candidato all'Oscar al miglior attore al Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico e vince il suo primo Premio BAFTA al miglior attore protagonista nel 1993.

Nel 1993 è apparso nel film, 4 fantasmi per un sogno, con Alfre Woodard e Kyra Sedgwick ed America oggi con Matthew Modine e Julianne Moore, con il quale si aggiudica la Coppa Volpi speciale al miglior cast alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[21] e il Golden Globe Speciale per il miglior cast. Lo stesso anno appare anche in un documentario basato sulle campagne presidenziali del 1992 intitolato The Last Party, scritto da lui stesso.
Tra il 1996 e il 2001 Downey venne arrestato diverse volte con accuse legate al possesso e al consumo di droga, sostenendo diversi programmi di riabilitazione, ma senza successo.

Nell'aprile del 1996, viene arrestato per possesso di eroina, cocaina e di una pistola .357 Magnum. Un mese dopo, in libertà per buona condotta, fu arrestato per violazione di domicilio dopo essersi addormentato ubriaco nella casa del suo vicino.Venne condannato a tre anni di libertà condizionale con obbligo di test di droga periodici. Nel 1997 saltò un test e fu condannato a sei mesi di detenzione nella Los Angeles County Jai]. Nel 1999, saltò un altro test, per cui venne arrestato un'altra volta. Difeso da John Stewart Holden fu condannato ad una pena detentiva di tre anni presso una struttura riabilitativa californiana: il Corcoran II. Al momento dell'arresto, erano pronti diversi progetti cinematografici, con l'eccezione di In Dreams, per il quale gli fu permesso di completare. Era stato anche assunto per interpretare il diavolo in una serie animata della NBC, God, the Devil and Bob, ma venne licenziato quando non riuscì a presentarsi per le prove.

Viene rilasciato anticipatamente dopo quasi un anno, nel 2000. Una settimana dopo, Downey si è unito al cast della serie televisiva Ally McBeal[6], recitando accanto a Calista Flockhart. Per questa interpretazione, l'anno successivo, è stato nominato per un Premio Emmy come migliore attore non protagonista in una serie commedia e ha vinto un Golden Globe come miglior attore non protagonista in una serie. Nonostante il successo, Downey ritiene che la sua performance in quella serie è stata sopravvalutata ed ha dichiarato: "Era il mio punto più basso in termini di dipendenza. A quel punto non mi importava se non avessi più recitato". È anche apparso come scrittore e cantante nell'album di Vonda Shepard con la colonna sonora di Ally McBeal; ha inoltre duettato con Sting, cantando Every Breath You Take, in un episodio della serie.

Prima della fine della prima stagione in Ally McBeal, viene nuovamente arrestato per possesso di cocaina e valium] Durante il processo, firma comunque il contratto per comparire in almeno altri otto episodi.[31] Nell'aprile 2001, mentre si trovava in libertà vigilata, un poliziotto lo trovò a vagare a piedi nudi nei pressi di Culver City, vicino Los Angeles, sotto l'effetto di cocaina. Dopo questo ultimo arresto, il produttore David E. Kelley e altri dirigenti di Ally McBeal decidono in una riscrittura dello show e licenziano Downey[32]. L'arresto di Culver City gli costa il ruolo nel film I perfetti innamorati.[33] La successiva incarcerazione costringe Mel Gibson a chiudere la produzione teatrale programmata di Amleto, per cui Downey era stato scritturato nel gennaio 2001.

Al processo nel luglio 2001 l'attore non viene condannato, ma inviato in riabilitazione e in libertà vigilata per tre anni. Tutto ciò grazie ad una legge, la "California Proposition 36", emanata l'anno prima per aiutare tossicodipendenti non violenti a superare le loro assuefazione, piuttosto che finire in carcere.
Downey ha ottenuto il suo primo lavoro dopo il processo nell'agosto del 2001, nel video di I Want Love di Elton John, per la regia di Sam Taylor-Wood.[36]

Nel 2003, per intercessione di Mel Gibson, con il quale aveva lavorato in Air America, prende parte a The Singing Detective.[37] Lo stesso anno, è nel cast di Gothika, prodotto da Joel Silver, con cui, tramite l'allora fidanzata Susan Levin, stringerà un rapporto di amicizia e che lo aiuterà ad ottenere il ruolo in Kiss Kiss Bang Bang.

Il 23 novembre del 2004, Downey pubblica il suo album musicale di debutto, The Futurist, con l'etichetta Sony Classical, per il quale ha disegnato la copertina con il figlio Indio. L'album ha ricevuto recensioni contrastanti.

Dopo Gothika, Downey copre una serie di ruoli da protagonista e coprotagonista, anche in alcuni film semi-indipendenti: Guida per riconoscere i tuoi santi, Good Night, and Good Luck., A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare, nel quale Downey interpreta proprio il ruolo di un tossicodipendente, e Fur - Un ritratto immaginario di Diane Arbus, diretto da Steven Shainberg, con Nicole Kidman.

Partecipa inoltre alla commedia thriller, Kiss Kiss Bang Bang, diretto da Shane Black, ed al film Disney Shaggy Dog - Papà che abbaia... non morde.

Nel 2006, è doppiatore guest star nel cartone I Griffin, nell'episodio Se non son matti, interpretando il personaggio di Patrick Pewterschmidt. Nello stesso anno firma un contratto con la casa editrice, HarperCollins, per la scrittura di un libro di memorie. Nel 2008, tuttavia, ha restituito l'anticipo ricevuto, annullando il progetto.

Nel 2007, è apparso nel film Charlie Bartlett e nel thriller di David Fincher, Zodiac, basato sulla vicenda reale di un serial killer statunitense degli anni ’60 e ’70, il Killer dello Zodiaco, interpretando il ruolo del giornalista del San Francisco Chronicle Paul Avery.

DOPPIATORI

OPERE:

DOPPIATORE
PERSONAGGIO
OPERA
ANNO
Angelo Maggi (14)
Sandro Acerbo (13)
Luca Ward (6)
Mauro Gravina (3)
Massimo Rossi (3)
Stefano Benassi (3)
CHARLES CHAPLIN
1992
STEVEN SCHWIMMER
2005
JERRY RENFRO
1999