Vincent Cassel
23/11/1966
Vincent Cassel, all'anagrafe Vincent Crochon (Parigi, 23 novembre 1966), è un attore e produttore cinematografico francese.

Figlio d'arte dell'attore e ballerino Jean-Pierre Cassel e della giornalista gastronomica Sabine Litique (sposata Sabine Cassel-Lanfranchi), di origini corse. Nasce e cresce nel quartiere di Montmartre. Nel 1980 sua madre si trasferisce con un amico del marito a New York per portare avanti la loro relazione, divorziando da Jean-Pierre. Lì Sabine lavora per la rivista Glamour e nel 1985 entra a far parte del gruppo di fondazione di Elle, prima di diventare consulente per grandi ristoranti.[1] Vincent vive quindi viaggiando, soprattutto tra Francia e Stati Uniti, imparando l'inglese e lavorando come assistente alla fotografia per la rivista co-fondata dalla madre. In gioventù studia canto e danza, diciassettenne si iscrive alla scuola circense di Annie Fratellini e dai sedici anni studia recitazione sia a New York che a Parigi.

Dopo una piccola comparsa in Les clés du Paradis di Philippe de Broca nel 1991, conosce Mathieu Kassovitz, suo conterraneo, con il quale gira Métisse (1993), L'odio (1995) e I fiumi di porpora (2000). Le riprese di L'odio coincidono con quelle di un altro film fondamentale per l'attore francese: L'appartamento, sul set del quale conosce Monica Bellucci, presto compagna e in seguito sua moglie, con la quale partecipa nei successivi otto anni ad altri sei film: Dobermann, Come mi vuoi, Unruly - Nessuna regola, Il patto dei lupi, Irréversible e Agents secrets. Approda poi a Hollywood prendendo parte a Ocean's Twelve (2005) e Ocean's Thirteen (2007). Sua è la voce francese di Hugh Grant per un paio di film e negli anni duemila diventa la voce ufficiale francese anche di Diego, protagonista della serie L'era glaciale. Sua è la voce originale di Monsieur Hood in Shrek.

Cassel ricopre quasi sempre personaggi duri, spregiudicati e violenti. Tra le sue interpretazioni più significative in tal senso, si segnalano quella dell'aggressore in Derailed - Attrazione letale, quella di un bifolco e grottesco contadino nel film horror - da lui pure prodotto - Sheitan, ruolo per il quale Cassel sfoggia mimiche inusuali e un pesante trucco facciale, e infine quello dell'ambiguo killer russo nel thriller di David Cronenberg La promessa dell'assassino. Grazie alla parte del gangster francese Jacques Mesrine, interpretato nel dittico del 2008 Nemico pubblico N. 1 - L'istinto di morte e Nemico pubblico N. 1 - L'ora della fuga, ha vinto il Premio César per il migliore attore.

Nel 2009 incide con Zap Mama una nuova versione di Parole parole, portata al successo in Francia anni prima da Dalida e Alain Delon; in tale occasione incide la propria parte in portoghese, mentre l'altra, cantata, rimane in francese, afferma di averlo fatto per non sembrare una brutta copia dell'attore. Nel 2010 recita nel film Il cigno nero di Darren Aronofsky. Nel 2013 recita nel film In trance del regista Danny Boyle. Nel 2015 è, insieme a Salma Hayek, protagonista del film Il racconto dei racconti - Tale of Tales di Matteo Garrone, presentato in concorso al Festival di Cannes.

Nel 2020 interpreta Engerraund Serac, antagonista principale della terza stagione della serie HBO Westworld - Dove tutto è concesso.

DOPPIATORI

OPERE:

DOPPIATORE
PERSONAGGIO
OPERA
ANNO
Massimo Lodolo (10)
Roberto Pedicini (9)
Marco Rasori (3)
Riccardo Rossi (3)
Christian Iansante (2)
EGIDIO DI RAIS
1999
MAGG. JANUSZ KUZMIN
2015
DUCA D'ANJOU
1998