Tilda Swinton
05/11/1960
Tilda Swinton, all'anagrafe Katherine Matilda Swinton , è un'attrice britannica.

Ha esordito nel 1986 con il film Caravaggio di Derek Jarman. Nel 1992 ha interpretato Isabella di Francia in Edoardo II, per il quale vince la Coppa Volpi alla miglior attrice alla Mostra del cinema di Venezia.

Nel 2007 ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione nel film Michael Clayton, per il quale ha vinto l'Oscar alla miglior attrice non protagonista e un BAFTA nella medesima categoria. Ha continuato a recitare in numerosi film noti, tra i quali Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio (2005), Il curioso caso di Benjamin Button (2008), Le cronache di Narnia - Il principe Caspian (2008), Io sono l'amore (2009), Le cronache di Narnia - Il viaggio del veliero (2010), ...e ora parliamo di Kevin (2011), Snowpiercer (2013), Grand Budapest Hotel (2014), A Bigger Splash (2015), Ave, Cesare! (2016), Doctor Strange (2016), Suspiria (2018) e Avengers: Endgame (2019).

La famiglia di Tilda Swinton ha una ricca tradizione militare: il padre, sir John Swinton, è generale delle Guardie Scozzesi; il prozio, Sir Ernest Swinton, è uno degli inventori del carro armato, uno degli antenati in linea diretta è stato il botanico scozzese John Hutton Balfour. Tilda frequenta la West Heath Girls' School nel Kent, ed è stata compagna di classe e amica di Diana Spencer. All'età di 6 anni frequenta inoltre il Fettes College di Edimburgo. Nel 1983 si laurea in scienze politiche e sociali all'Università di Cambridge, presso il Murray Edwards College.

Di carattere ribelle e anticonformista, durante il periodo dell'università si iscrive al Partito Comunista di Gran Bretagna, per poi, verso la fine degli anni Novanta, iscriversi al Partito Socialista Scozzese[1]. Recita per la Royal Shakespeare Company e il Traverse Theatre di Edimburgo, ma abbandona ben presto i palcoscenici teatrali per dedicarsi al cinema.
A metà decennio inizia una lunga collaborazione con il regista, scenografo e pittore inglese Derek Jarman. Oltre a essere sua amica, Tilda Swinton diviene una sorta di musa per Jarman, che le affida un ruolo in tutti i film che dirige dal 1985 al 1994, anno della sua morte.

Accanto ai lungometraggi destinati alle sale, Jarman gira incessantemente Super8 (editi in DVD anche in Italia) che colgono l'attrice in momenti di vita quotidiana, viaggi ed esibizioni; sotto la sua guida, Tilda Swinton interpreta il ruolo della prostituta Lena nel film Caravaggio e si aggiudica la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile al Festival di Venezia per l'interpretazione della regina Isabella di Francia in Edoardo II (1991).

L'attrice presta la sua voce all'ultimo film di Derek Jarman, Blue, originale lungometraggio "acustico" in cui lo schermo rimane di colore blu per l'intera durata dell'opera. Il film rappresenta il testamento cinematografico di Jarman, sofferente di AIDS, che affida alle voci dei suoi più stretti collaboratori la lettura del diario della sua malattia.

Dopo la morte di Jarman, Swinton interpreta nel 1992 l'ambiguo protagonista di Orlando, tratto dall'omonimo romanzo di Virginia Woolf e diretto dalla regista Sally Potter. La recitazione di Tilda Swinton è sorprendente per la naturalezza con cui assume il ruolo di un personaggio che cambia sesso nel corso della narrazione: il successo del film la consacra interprete ideale del "doppio" e della "diversità".

Aumentano le richieste per l'attrice, che sembra intenzionata a condurre in parallelo una carriera che si divide tra film mainstream hollywoodiani e film d'autore e opere d'avanguardia.

Nel 2000 è al fianco di Leonardo DiCaprio nel film di Danny Boyle The Beach nel ruolo della fanatica leader di una comunità neo-hippy, nel 2001 affianca Tom Cruise e Penélope Cruz in Vanilla Sky, nel 2002 è protagonista del thrilling statunitense I segreti del lago, per questo film viene candidata ai Golden Globe, nel 2003 prende parte alla pellicola inglese Young Adam in compagnia di Ewan McGregor mentre nel 2005 interpreta il ruolo dell'arcangelo Gabriele in Constantine, accanto a Keanu Reeves.

Ma è anche un avvocato lesbica in Perversioni femminili, presentato al Sundance Film Festival nel 1996, la matematica Ada Augusta Lovelace, figlia di Lord Byron in Conceiving Ada del 1997, la misteriosa protagonista di Possible Worlds (1999) diretto da Robert Lepage - film che rifiuta qualunque filo narrativo tradizionale - e interpreta i ruoli di una biogenetista e di tre suoi cloni nel bizzarro Teknolust (2004) per la regia della videoartista Lynn Hershman-Leeson.
Nel 2005 recita il ruolo di Jadis, la strega bianca di Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio. Rinviato il progetto di recitare il ruolo di Nico, modella e cantante dei Velvet Underground, l'attrice è al fianco di George Clooney sia nel thriller Michael Clayton (2007) che nel film diretto dai fratelli Coen Burn After Reading - A prova di spia, uscito nel settembre 2008 e per il quale riceve la candidatura ai BAFTA. L'interpretazione della dirigente senza scrupoli di una multinazionale in Michael Clayton le vale l'Oscar alla miglior attrice non protagonista, il BAFTA e la candidatura ai Golden Globe e agli Screen Actors Guild Award.

Nel 2008 l'attrice interpreta Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher e The Limits of Control di Jim Jarmusch (che ha voluto di nuovo lavorare con lei dopo Broken Flowers del 2005). Nel 2009 è protagonista di Io sono l'amore del regista italiano Luca Guadagnino. Nel 2011 prende parte al film ...e ora parliamo di Kevin nel quale interpreta la parte di Eva, una madre che ha un rapporto conflittuale con il figlio Kevin. Per questa prova viene acclamata dalla critica e riceve la candidatura ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Screen Actors Guild Award.

Nel 2013 prende parte al film Solo gli amanti sopravvivono insieme a Tom Hiddleston, e per il ruolo riceve la candidatura agli Independent Spirit Awards; nello stesso anno prende parte al film Snowpiercer nella parte di Mason, la sua prova riceve critiche positive e la candidatura ai Satellite Award e ai Critics' Choice Movie Award. Nel 2014 prende parte al film Grand Budapest Hotel nella parte di Madame D. Nel 2015 ricopre il ruolo di Marianne Lane nel film A Bigger Splash del regista italiano Luca Guadagnino.

Nel 2016 appare nel film Doctor Strange del Marvel Cinematic Universe nel quale interpreta l'Antico, il maestro del Dottor Strange e del Barone Mordo[2]. Nel 2018 fa parte del cast di Suspiria, remake del film di Dario Argento.

DOPPIATORI

OPERE:

DOPPIATORE
PERSONAGGIO
OPERA
ANNO
Franca D'Amato (12)
Anna Cesareni (4)
Carla Cassola (3)
Giò-Giò Rapattoni (2)
Pinella Dragani (2)
Tiziana Avarista (2)
Micaela Esdra (2)
MADAME BLANC
2018
MADAME D. (CELINE VILLENEUVE DESGOFFE-UND-TAXIS)
2014
DR. SHRINK-ROM
2013
EMMA RECCHI
2009