William Hurt
20/03/1950
William Hurt (Washington, 20 marzo 1950) è un attore statunitense.

Formatosi presso la scuola di Michael Howard di New York, si è fatto conoscere al primo film (Stati di allucinazione (1980) di Ken Russell) ed è diventato in breve tempo uno degli attori più interessanti degli anni ottanta, capace di porre la propria espressione pensosa e di grande appeal al servizio di una notevole duttilità. Particolarmente a suo agio diretto da Lawrence Kasdan (Brivido caldo (1981), Il grande freddo (1983), Figli di un dio minore (1986), Turista per caso (1988), Ti amerò... fino ad ammazzarti (1990); ha ottenuto un Oscar per Il bacio della donna ragno (1985) di Héctor Babenco, in cui interpretava il ruolo di un omosessuale incarcerato.

Successivamente ha confermato le notevoli qualità interpretative, in particolare in Gorky Park (1983) di Michael Apted, Dentro la notizia di James L. Brooks (1987), Fino alla fine del mondo (1991) di Wim Wenders, La peste di Luis Puenzo (1992), Mister Wonderful (1993) di Anthony Minghella, Un padre in prestito (1994) di Chris Menges e Il verdetto della paura di Heywood Gould (1994). Nel 1995 Hurt ha offerto un'altra valida interpretazione in Smoke di Wayne Wang, film che ha vinto l'Orso d'argento al Festival di Berlino e che spinse i recensori dell'epoca a definirlo un divo timido e seducente[1]. Nel 1996 è stato protagonista di Jane Eyre di Franco Zeffirelli, mentre nel 1997 ha interpretato Michael di Nora Ephron e Prove d'accusa di Erin Dignam.

Tra le successive interpretazioni sono da menzionare Lost in Space - Perduti nello spazio (1998) di Stephen Hopkins, Do Not Disturb - Non disturbare (1999) di Dick Maas, A.I. - Intelligenza artificiale (2001) di Steven Spielberg, The Village (2004) di M. Night Shyamalan, A History of Violence (2005) di David Cronenberg, Mr. Brooks (2007) di Bruce A. Evans, Into the Wild - Nelle terre selvagge (2007) di Sean Penn, L'incredibile Hulk (2008) di Louis Leterrier, Robin Hood (2010) di Ridley Scott, The Host (2013) di Andrew Niccol, La scomparsa di Eleanor Rigby (2013) di Ned Benson, Storia d'inverno (2014) di Akiva Goldsman, Captain America: Civil War (2016) di Anthony e Joe Russo e Avengers: Infinity War (2018) di Anthony e Joe Russo e nel sequel uscito un anno dopo.

DOPPIATORI

OPERE:

DOPPIATORE
PERSONAGGIO
OPERA
ANNO
Gino La Monica (13)
Luca Biagini (9)
Sergio Di Stefano (7)
Rodolfo Bianchi (3)
Renato Cortesi (3)
Stefano De Sando (2)
Angelo Nicotra (2)
Cesare Barbetti (2)
EDWARD ROCHESTER
1996
ARKADY RENKO
1983
TOM GRUNICK
1987
DANIEL PURCELL
2007
JEB STRYDER
2013
DOTT. GEORGE MILLICAN
2016