Martin Freeman
08/09/1971
Martin John Christopher Freeman (Aldershot, 8 settembre 1971) è un attore britannico. È noto principalmente per il ruolo di Bilbo Baggins nella trilogia de Lo Hobbit e per il ruolo del dott. John H. Watson nella serie tv britannica Sherlock.

Figlio di genitori separati, restò con il padre fino alla morte, avvenuta a causa di un infarto quando Freeman aveva 10 anni; dopo una lunga gavetta televisiva si fa notare nella pluripremiata serie tv The Office, nella quale interpreta Tim Canterbury. Grazie alla notorietà acquisita comincia a ottenere ruoli per il cinema, dal film demenziale con Sacha Baron Cohen Ali G (2002) sino a Love Actually - L'amore davvero (2003).

Lavora con Simon Pegg e Edgar Wright ne L'alba dei morti dementi (2004), in Hot Fuzz (2007) e ne La Fine del Mondo (2013). È noto anche per il ruolo di Arthur Dent in Guida galattica per autostoppisti (2005) e ha fatto parte del cast del film di Anthony Minghella Complicità e sospetti (2006). Nel 2007 recita in Dedication di Justin Theroux e in The Good Night di Jake Paltrow, esordio alla regia del fratello della più nota Gwyneth.

Nel 2010 gli viene affidata la parte del Dottor Watson nella serie televisiva Sherlock, prodotta dalla BBC. Il co-ideatore della serie, Mark Gatiss, ha rivelato che la ricerca dell'interprete per il Dottor Watson ha richiesto molto tempo: inizialmente era stato scelto Matt Smith,[1] poi sostituito appunto da Freeman,[2] che per la sua interpretazione si aggiudica un BAFTA come miglior attore non protagonista[3] e ottiene numerose critiche positive.

Il ruolo di Bilbo Baggins nei tre adattamenti del romanzo fantasy di J. R. R. Tolkien Lo Hobbit (Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato, Lo Hobbit - La desolazione di Smaug e Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, in uscita rispettivamente nel 2012, nel 2013 e nel 2014) gli vale un notevole successo[4][5]. Inizialmente Freeman, molto a malincuore, aveva dovuto rinunciare alla parte per vincoli contrattuali legati alla seconda stagione di Sherlock, ma la disponibilità del regista Peter Jackson a modificare il programma delle riprese della trilogia gli ha consentito di partecipare a entrambi i progetti[6].

Nel 2014 interpreta il protagonista Lester Nygaard nell'acclamata mini-serie TV Fargo[7] e il 25 agosto vince l'Emmy Award come miglior attore non protagonista in una miniserie TV per Sherlock[8]. Nel 2016 interpreta la parte di Everett Ross nel film Captain America: Civil War appartenente al Marvel Cinematic Universe. Nel 2015 è stato uno degli ospiti del Giffoni Film Festival. Nel 2018 torna ad interpretare Everett Ross nel film del Marvel Cinematic Universe Black Panther.

DOPPIATORI

OPERE:

DOPPIATORE
PERSONAGGIO
OPERA
ANNO
Fabrizio Vidale (5)
Nanni Baldini (3)
Roberto Certomà (3)
Andrea Lavagnino (2)
Christian Iansante (2)
Massimo De Ambrosis (2)
ED ROBINSON adulto
2000
GARY SHALLER
2007
TIM CANTERBURY
2005